LinkedIn: analisi dell’andamento nel Q2 2011

LinkedIn: analisi dell’andamento nel Q2 2011

linkedin revenue q2

Da quando si è quotato in borsa LinkedIn è sotto la lente di tutti per monitorarne l’andamento e capire le reazioni delle persone, e come si sta comportando? Possiamo dire più che bene.
Nel Q2 2011 ha realizzato diversi record, a superato i 100 milioni di utenti registrati, ha avuto il più alto numero di visitatori unici e  di pagine viste dal lancio ad oggi.

Nel dettaglio ecco le voci più interessanti rilasciate tramite il blog ufficiale:

  • i membri sono cresciuti fino a raggiungere i 115,8 milioni, con un incremento del 61% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente
  • ci sono stati 81,8 milioni di visitatori unici al mese, con un incremento dello 83% rispetto al Q2 2010
  • sono state visualizzate 7 miliardi di pagine
  • le entrate sono state di 120 milioni $, più del doppio rispetto all’anno precedente, mentre gli utili sono stati di 4,5 milioni $ (poco più che invariati)


Facendo un breve resoconto si può notare come gli utenti non solo crescano, ma utilizzano anche maggiormente la piattaforma, e questo è un bene considerando i problemi che LinkedIn ha nel mantenere i propri utenti sul sito.
Le entrate aumentano, ma non gli utili, il problema delle spese grava ancora molto sulla società, e va ricordato che è proprio il motivo per il quale si sono quotati in borsa. Le entrate provengono ancora in maniera massiccia dalle Hiring Solutions, seguite poi dalle Marketing Solutions, mentre gli Abbonamenti Premium si confermano in calo. Di interessante c’è che ad aumentare sono anche le entrate provenienti dal mercato internazionale.

Ora a LinkedIn non rimane altro da fare che confermare questi numeri nei prossimi mesi.

diegofrancesco
diegofrancesco
Blogger, Web Consultant, Social Media and SEO/SEM Specialist. Google Partner per AdWords e Analytics. Creatore del Bologna city badge su Foursquare. Sviluppo siti web responsive ed e-commerce in Prestashop.

Lascia un commento