Facebook acquista Gowalla, vari scenari ci attendono

Facebook acquista Gowalla, vari scenari ci attendono

facebook acquista gowalla

 E’ notizia fresca fresca del weekend che Facebook ha acquistato Gowalla, il primo competitor di Foursquare! La notizia arriva dalla CNN, anche se i diretti interessati non rilasciano ancora dichiarazioni.

Perché Facebook avrebbe dovuto comprare una società del genere?

 

A detta della CNN per lavorare sulle nuove funzionalità della Timeline, che per vari motivi prende piede molto lentamente, ma forse non è l’unico motivo. Va detto che Facebook ha sempre fatto scelte mirate per acquisire persone di talento o servizi specifici, ne fa in continuazione e in varie occasioni anche in modo ecclatante. Non penso che il servizio di Gowalla vada in qualche modo a sostituire Places, ma è plausibile che il suo personale vada in parte a lavorare sull’implementazione e sviluppo ulteriore del servizio di Places, attualmente ridimensionato e tallone di achille della piattaforma, e in parte a lavorare sul progetto della Timeline, molto simile per certi aspetti al servizio offerto da Gowalla, rivoluzionato proprio poco tempo fa per dare una scossa alla piattaforma, basandosi più sulle storie che si creano intorno ai luoghi visitati da se stessi o dai propri amici, che sui semplici check-in.

Ma Facebook non è nuovo ad acquisizioni ecclatanti, la prima fu quella di FriendFeed nel 2009, un piccollo concorrente che veniva “mangiato” dal gigante, ma anche in quel caso si trattava di un’acquisizione di talento, dato che i fondatori sono i creatori di servizi quali Google Maps, GMail, e della ricerca in tempo reale. Quest’anno ha fatto scalpore l’acquisto di Snaptu, e solo in primavera ha comprato sei piccole startup, una di queste è ad esempio Rel8tion, che ha ideato un prototipo per creare inserzioni mirate in base a determinati profili, e considerata la piattaforma di advertising di Facebook è stata un’acquisizione mirata al talento degli ideatori, prima ancora che al servizio.

Insomma Facebook è sempre alla ricerca di un’occasione per accrescere il suo potenziale, sia dal lato tecnico che da quello umano, e questo è proprio uno dei suoi punti di forza. Per vari motivi non possiamo dire lo stesso degli altri social network, che fanno molta più fatica ad acquisire talenti e nuove startup, anche se la quotazione in borsa di LinkedIn sta lentamente cambiando gli scenari del mercato.

I complimenti a Gowalla arrivano anche dallo staff di Foursquare, e voi che ne pensate?

[UPDATE] Il servizio chiuderà ufficialmente alla fine di Gennaio 2012. Ieri è arrivato anche il comunicato sul sito ufficiale di Gowalla.

diegofrancesco
diegofrancesco
Blogger, Web Consultant, Social Media and SEO/SEM Specialist. Google Partner per AdWords e Analytics. Creatore del Bologna city badge su Foursquare. Sviluppo siti web responsive ed e-commerce in Prestashop.

Lascia un commento