Uno sguardo su Foursquare in Francia

Uno sguardo su Foursquare in Francia

Foursquare badge Parigi

Foursquare badge ParigiParlo spesso delle iniziative e delle possibilità di utilizzo di Foursquare in Italia, ma negli altri paesi europei come si comporta? Per rispondere a questa domanda oggi vi parlo di Foursquare in Francia, aiutato da uno scambio di battute con il mio collega nonché amico Francesco Bevilacqua.

La comunità francese è molto attiva, oltre alle consuete iniziative per il Foursquare Day Parigi è stata una delle sedi dell’hackathon in settembre ed una delle prime città europee ad avere un proprio city badge; Dennis Crowley ha anche incontrato la comunità durante l’ultima edizione della fiera LeWeb.
Non è ovviamente dato sapere quanti utenti registrati e attivi ci siano, percui passiamo direttamente ai più interessanti special. A Parigi è presente un’elevata quantità di promozioni in luoghi di vario genere, dalle grandi catene ai piccoli negozi, dai bar e caffè ai ristoranti, tutti con special accattivanti che spaziano dagli omaggi agli sconti. Nel momento in cui scrivo è in atto anche una vasta campagna della Nokia per il lancio del nuovo Lumia 800. Da registrare inoltre, che nella maggior parte di queste venue si registra un buon numero di check-in, non è dato sapere quanti utenti abbiano sbloccato uno special ma considerata l’elevata quantità di check-in posso ipotizzare che siano tanti.

Per capirne di più passiamo alla serie di domande che ho rivolto a Francesco, sfruttando il fatto che risiede a Parigi ormai da tempo.
D: Cosa ti ha spinto ad utilizzare Foursquare?
F: Foursquare lo uso per divertimento,  non mi sono mai messo a fondo a elargire consigli su ogni luogo e onestamente non ho fatto mai troppo caso a quello che consiglia Foursquare, questo perché vivo in una città dove c’è sempre qualcosa da fare o da visitare.

D: Oltre alle grandi catene ci sono anche piccoli negozietti e locali?
F: A volte si, a volte no, ma in generale sono presenti sia nelle zone del centro che in periferia, o anche in città più piccole. I negozi e locali più di nicchia e frequentati da un pubblico poco giovanile non sono presenti (né su Foursquare né su social network come Facebook) perché non frequentati dal popolo delle rete e perché il proprietario o gestore non è a conoscenza dei servizi messi a disposizione.

D: Noti un buon livello di utenti, ad esempio con molte persone che fanno check-in nello stesso posto?
F: In tutta onestà solo nei grandi eventi o nei grandi centri commerciali, oltre che in luoghi famosi come Starbucks o LaFayette e nelle varie stazioni metropolitane. Inoltre ho notato che al di fuori dei grandi centri e nelle piccole città le venue sono presenti ma poco frequentate, in alcuni casi perfino vuote.

D: Di special ne trovi? I negozi lo sponsorizzano attraverso adesivi ad esempio?
F: Si ci sono, principalmente nelle grandi catene, nei musei o nelle fiere. Ma non vengono assolutamente sponsorizzati, non ho mai visto un adesivo piuttosto che un cartellone nelle grandi catene o negozi. Di eventi culturali ce ne sono molti in città ma non tutti sono presenti su Foursquare, di recente sono stato ad un Museo per vedere una mostra su Pompei e non avevano l’evento sulla mostra, ma la maggior parte delle volte nei musei più importanti si trova. Fuori dai negozi non trovi mai un simbolo di Foursquare che ti ricordi di fare check-in, in molti casi potrebber essere logico metterlo.

Facendo una ricerca costante nel tempo e circoscritta nelle principali città, ho notato che rispetto alle città italiane c’è più coinvolgimento di check-in in posti come musei e cinema. Gli eventi sono meno presenti rispetto all’Italia, il più attivo sotto questo aspetto è il Museo del Louvre, meno gli altri musei, e non sono frequenti nemmeno quelli sportivi, fatta eccezione per le partite del Paris Saint-Germain.

All’inizio della mia ricerca non mi aspettavo dati troppo differenti rispetto al nostro paese, starà a voi giudicare se così è stato. Ringrazio molto Francesco per lo scambio di battute e per le preziose informazioni che mi ha dato.

diegofrancesco
diegofrancesco
Blogger, Web Consultant, Social Media and SEO/SEM Specialist. Google Partner per AdWords e Analytics. Creatore del Bologna city badge su Foursquare. Sviluppo siti web responsive ed e-commerce in Prestashop.

Lascia un commento