Foursquare e la privacy, come proteggersi

Foursquare e la privacy, come proteggersi

Dai primi passi del web all’esplosione dei social network il tema della privacy è sempre stato delicato, ancor di più quando si parla di geolocalizzazione e di condivisione della propria posizione. Oggi prendo in considerazione proprio questo aspetto con Foursquare nello specifico.

A maggior ragione ora che con l’aggiornamento dell’app sono visibili maggiori info sull’attività di un utente, viene spontaneo chiedersi se si è consapevoli di quali informazioni vengono rilasciate quando si effettua un check-in e con chi le si condivide?

Foursquare ha realizzato una tabella dettagliata di condivisione delle informazioni sul social network (trovate una parte in fondo all’articolo) per mostrare le nostre impostazioni predefinite sulla privacy e come modificarle, vediamo le principali:

  • Nome, email e numero di telefono sono mostrati agli amici come impostazione predefinita, ma si può decidere di non mostrarli;
  • gli utenti che non sono nostri amici visualizzeranno solo il nome e l’iniziale del cognome, mai l’email e il numero di telefono;
  • i link ai tuoi profili di Facebook e Twitter non sono visibili per default, si può scegliere quale far visualizzare e quale no;
  • si può decidere quale contenuto condividere su Facebook e Twitter e quale no;
  • i check-in sono visibili solo agli amici e mai agli altri utenti (eccetto per “chi c’è qui”);
  • si può effettuare un check-in privato per non renderlo visibile;

Mentre sono sempre visibili a tutti: mayor, badge, liste e consigli; in parte anche le foto ma gli utenti possono essere selettivi riguardo la pubblicazione, rendendole pubbliche o private.
In aggiunta, una delle ultime novità inserite è il Like alle venue, questi Like possono essere visti solo dai propri amici.

E i gestori di una venue o una brand page?I primi possono vedere gli utenti che hanno fatto check-in nelle ultime tre ore, il numero dei tuoi check-in e se sei uno dei 10 visitatori più frequenti. I gestori di una brand page ricevono invece un feed anonimo tramite il quale possono vedere dove gli utenti che seguono il marchio hanno eseguito il check-in.

Tabella sulla privacy di Foursquare
Si potrebbero alzare diversi interrogativi, cosa comporta comunicare la nostra posizione?  Chi ci costringe a  condividerla sui social network e con estranei? Le risposte possono essere tante e anche soggettive, di sicuro c’è solo che nessuno ci costringe a farlo, ma bisogna condividere informazioni sensibili con consapevolezza.
Come per gli altri social network bisogna prestare particolare attenzione quando si accede ad un’applicazione esterna, prestando molta attenzione ai dati che vengono rilasciati o intercettati.

Sull’Osservatorio avevo già parlato di questo argomento, per approfondire puoi leggere l’articolo sulla privacy e gli stalker. La tabella completa si trova nella sezione Privacy del sito di Foursquare,  a questo indirizzo.

diegofrancesco
diegofrancesco
Blogger, Web Consultant, Social Media and SEO/SEM Specialist. Google Partner per AdWords e Analytics. Creatore del Bologna city badge su Foursquare. Sviluppo siti web responsive ed e-commerce in Prestashop.

Lascia un commento