Foursquare per il business: i Promoted Updates e i Promoted Special

Foursquare per il business: i Promoted Updates e i Promoted Special

Foursquare Promoted Special

Parlare di novità questa volta è difficile, diciamo piuttosto che Foursquare entra nel mondo del business vero e proprio e lo fa copiando Twitter. Vi ricordano qualcosa i prodotti Promoted? Alla base dell’annuncio di oggi c’è il lancio nei giorni scorsi dei local updates e proprio su questi si basa il sistema di promozione, diviso in due tipologie: i Promoted Updates e i Promoted Special.

I Promoted Updates si basano sui local updates e permettono agli utenti, per la precisione brand e commercianti, di promuovere se stessi all’interno della tab Esplora. Queste promozioni saranno evidenziate da un logo Promoted (altro non è che una scritta) e compariranno quando si effettua una ricerca nelle vicinanze. Sempre all’interno della stessa tab possiamo trovare i Promoted Special, che come indica il nome hanno il compito di mettere in evidenza gli special presenti nelle vicinanze.

Foursquare Promoted Updates e Promoted Special
La visibilità dei post ai vari utenti, che siano riferiti agli updates o agli special non cambia, non è ovviamente scelta a caso ma influenzata da diversi fattori, fra i quali troviamo: luoghi presenti nelle proprie liste, venue che sono piaciute a noi stessi o ai nostri amici, e i luoghi presenti nelle vicinanze.

Questi prodotti promoted per il business sono attualmente in fase di test negli Stati Uniti con un gruppo di 20 partner, non solo grandi catene commerciali ma anche realtà più piccole, alcune sono: Gap, gli hotel Hilton, Old Navy, Best Buy e Butter Lane. Nei prossimi mesi sarà monitorato il comportamento di aziende e utenti e inseguito sarà aperto il servizio a tutti coloro che vorranno utilizzarlo.

La nota stonata è che il loro formato e il loro funzionamento è esattamente uguale ai servizi Promoted di Twitter, che sia Promoted Tweets o Promoted Trends poco cambia. E’ l’ennesima conferma che nel mondo dei social network pochi inventano qualcosa di nuovo? Abbastanza. A parte questo, il team di Foursquare compie un passo importante perché apre le porte al business in modo esplicito, considerando che fino ad oggi la principale fonte di entrate erano i Partner Badge. Il mercato americano sarà sicuramente più pronto ad incanalare questo tipo di strumento, mentre all’estero il social network farà sicuramente più fatica a guadagnare posizioni. Dopo tutto, quanti commercianti sono disposti ad investire dei soldi per delle promozioni su di un social network di nicchia con appena 20 milioni di utenti?
Foursquare sta maturando e sta evolvendo da semplice servizio per fare check-in a strumento più completo per esplorare città e scoprire cose nuove, ma per farlo deve anche crescere nel numero di utenti.

diegofrancesco
diegofrancesco
Blogger, Web Consultant, Social Media and SEO/SEM Specialist. Google Partner per AdWords e Analytics. Creatore del Bologna city badge su Foursquare. Sviluppo siti web responsive ed e-commerce in Prestashop.

Lascia un commento