Le Olimpiadi 2012 di Twitter

Le Olimpiadi 2012 di Twitter

london 2012 olympics logo

Ci siamo resi conto già da qualche anno che Twitter è il miglior social network per vivere un evento sportivo attraverso la rete, e le Olimpiadi che si stanno svolgendo in questi giorni stanno già confermando le aspettative. Si possono tranquillamente chiamare le Olimpiadi di Twitter, basti pensare che prima ancora dell’inizio della cerimonia di apertura ci sono stati più tweet di tutti quelli che sono stati inviati per l’edizione di Pechino (2008)!

La pagina evento delle Olimpiadi su Twitter
Come per la Nascar e gli Europei di calcio anche per le Olimpiadi è stata creata una pagina evento, o hashtag page, lanciate pochi mesi fa da Twitter (immagine in alto).

L’inizo della manifestazione non è stato però semplice per Twitter,  c’è stata prima la limitazione da parte del Coni italiano all’uso di Twitter per tutti gli atleti partecipanti, e poi l’esclusione di un’atleta greca a causa di un tweet razzista nei confronti dei compagni di squadra di colore. Episodio non isolato perché si è registrato nuovamente, questa volta ad opera di un calciatore svizzero dopo la sconfitta con la Corea del Sud.

La London eye illuminata in base ai tweetUna delle iniziative più sbalorditive legata al mondo social riguarda Twitter e la London Eye, la ruota panoramica famosa in tutto il mondo di notte riflette il sentiment prevalente sui giochi su Twitter.
Ad opera di un gruppo del MIT di Boston, con i tweet positivi si accenderanno lampadine gialle, con quelli negativi lampadine viola e con quelli neutri il colore sarà grigio.

Siamo certi che ad essere battuti non saranno solo i record sportivi ma anche quelli di Twitter.

Tramite l’Olympic Athletes Hub potete invece monitorare tutto quello che succede sui social network riguardo le Olimpiadi. Questo hub infatti è un agglomerato di risorse, una sorta di motore di ricerca per tenere sotto controllo qualsivoglia tipo di contenuto social riferito ad atleti e gare. Provare per credere!

Olympic Athletes Hub

30/07
A subire certe volte possono essere anche gli atleti, la prima vittima è il giovanissimo Tom Daley, classe ’94 e talento della Gran Bretagna, insultato pesantemente da un (non)tifoso (tale @Rileyy_69) scontento che ha chiamato in causa il padre del giovane ragazzo deceduto l’anno scorso. Il popolo della rete si è subito mobilitato per supportare l’atleta, si sono raggiunti velocemente i 22.000 retweet ed è partita anche una petizione per far cancellare l’autore dell’insulso gesto da Twitter.

diegofrancesco
diegofrancesco
Blogger, Web Consultant, Social Media and SEO/SEM Specialist. Google Partner per AdWords e Analytics. Creatore del Bologna city badge su Foursquare. Sviluppo siti web responsive ed e-commerce in Prestashop.

Lascia un commento