Lo stato di Foursquare dal 2009 ad oggi

Lo stato di Foursquare dal 2009 ad oggi

foursquare mappa dei check-in gennaio 2014

A quasi sei anni dal lancio penso sia giunto il momento di tirare le somme sullo stato attuale di Foursquare per capire in quale direzione possa andare. E’ stato lanciato nel Marzo del 2009, lo stesso anno di WhatsApp e due prima di Pinterest solo per fare qualche esempio. Il 2011 è stato l’anno migliore lato utenti, anno nel quale ha superato il tetto di 1 miliardo di check-in, raggiunto i 15 milioni di utenti e rilasciato le principali lingue europee e asiatiche e molte features per utenti e brand. Nel 2013 ha rafforzato i servizi dedicati alle aziende introducendo gli annunci pubblicitari e rilasciando un’app dedicata. Un passo indietro sarà portato a termine il 1 Febbraio con il ritiro di diverse forme di Special!

Ecco i dati ufficiali aggiornati a novembre 2015:

  • 55 milioni di utenti registrati ( erano 25M a settembre 2012 e 45M a gennaio 2014);
  • 7 miliardi di check-in realizzati;
  • 70 milioni di tips;
  • 8 milioni di utenti unici al mese;
  • 2 milioni di aziende registrate alla piattaforma business (1,6M a gennaio 2014);
  • 65 milioni di venue in tutto il mondo;
  • 7 milioni di check-in su Swarm.

I dati ufficiali cercano di mascherare lo stato attuale e passato, non esistono dati sulla penetrazione nei diversi paesi del mondo e nemmeno sui visitatori mensili (registrati e non). In termini di numero di utenti la situazione è allarmante, non tiene il passo con i maggiori ed è stato superato anche da quelli più recenti come Pinterest (+70M) e Instagram (+150M), attendendo i dati di Vine lanciato lo scorso anno. Senza troppi calcoli statistici si nota una crescita di 10-20 milioni di utenti all’anno, decisamente pochi se comparati alle altre piattaforme social! Ricapitolando, a fine 2010 erano 3 milioni, nel 2011 sono cresciuti fino ad arrivare a 15 milioni, nel 2012 sono saliti a 25M e come sappiamo nel 2013 siamo arrivati a poco oltre i 45 milioni di utenti. Tra gennaio 2014 e novembre 2015 si è passati da 45 milioni a 55 milioni di utenti.

[Aggiornamento marzo 2015]

Sei anni di Foursquare

A sei anni dalla nascita di Foursquare il co-fondatore Dennis Crowley ha rilasciato nuovi dati sull’andamento del social network commentando la nuova partnership con Twitter sulla condivisione della posizione nel social cinguettante.

Ecco i nuovi dati (marzo 2015) in evidenza:

  • 50 milioni di utenti registrati (+11% anno su anno);
  • 7 miliardi di check-in effettuati;
  • 65 milioni di venue;
  • 250 milioni di foto;
  • 70 milioni di tips;
  • 85.000 sviluppatori hanno utilizzato le API.

La mappa sull’utilizzo mensile dei social network realizzata da Vincenzo Cosenza mostra il divario con le altre piattaforme:

social media of the world gennaio 2014

Foursquare a Dicembre 2013 ha ricevuto un finanziamento di 35 milioni $, raggiungendo un totale di 150 milioni $ dal 2009 che lo porta ad avere una valutazione di 600 milioni $. Da sottolineare il fatto che nell’ultimo anno ha iniziato a monetizzare grazie all’introduzione di Foursquare Ads per gli annunci pubblicitari.

Una ricerca condotta da Globalwebindex sul trend nell’uso dei social network a livello mondiale negli ultimi quattro mesi del 2013 mostra come solo l’8% degli utenti afferma di aver aperto Foursquare nell’ultimo mese.

usage of social apps in 2013

La mappa dei check-in degli ultimi tre mesi fa capire come sia (poco) radicato nel mondo l’uso di Foursquare. Cliccando sulla mappa completa risaltano in più i soli Giappone e Malesia.

foursquare mappa dei check-in gennaio 2014

Dal 2012 Foursquare ha mostrato l’intenzione di spostarsi da semplice mezzo per fare check-in a servizio di raccomandazioni e ricerche. Lo stesso Crowley in un’intervista al Mobilize 2012 affermava che gli utenti scaricano l’app senza l’intenzione diretta di fare check-in (nonostante i dati in aumento) ma per sfruttare il motore di ricerca e i consigli degli utenti, proprio come fanno con Yelp, che ormai è diventanto il principale concorrente di riferimento. Proprio questo è il motivo che ha portato a ridisegnare più volte il sito web, centralizzando la ricerca locale e le raccomandazioni.

Foursquare è utilissimo per scoprire posti e attività quando si visita una nuova città, provare per credere, ma questa lenta crescita rischia di vanificare tutto.

diegofrancesco
diegofrancesco
Blogger, Web Consultant, Social Media and SEO/SEM Specialist. Google Partner per AdWords e Analytics. Creatore del Bologna city badge su Foursquare. Sviluppo siti web responsive ed e-commerce in Prestashop.

Lascia un commento